MAURO BINI

 

" SUCCESSIONE MODULARE "
1974 Acrilico su masonite cm 60x50

 

Mauro Bini   ( www.astrattismofiorentino.com)

Nato a Firenze il 2 Settembre 1932 dove risiede. Inizia la sua attivitā nel 1950, partendo da esperienze neorealiste e successivamente neoespressioniste nell'area del gruppo fiorentino di "Nuova corrente" (primi anni sessanta). Nel 1965 l'adesione al Gruppo "Segno rosso" di cui facevano parte G. Avanzini, N. Benelli, V. Berti, N. Filannino, A. Gallingani, F. Mosell, E. Pecchioli, L. Pini, F. Rosselli, lo porta ad un profondo rinnovamento che lo vede impegnato in ricerche dove forma e contenuto ripropongono, in chiave di nuova figurazione, il dilemma uomo-macchina, vedi la mostra "Pittura della Nuova Figurazione", Istituto Europeo di Storia dell'Arte, Milano, 1967. Successivamente il suo lavoro si libera da residui illustrativi per concentrare lo stesso tema in simboli geometrizzanti, vedi le mostre "Undici Pittori Fiorentini", Castello Svevo, Barletta, 1967; "Quattro Pittori Fiorentini", Galleria "La Soffitta", Sesto Fiorentino, 1968. Nel 1970 fonda col pittore Bruno Pecchioli lo Studio d'Arte "Il Moro" di Firenze, che nel 1972 diviene Gruppo Autogestito al quale aderiscono gli artisti: G. Avanzini, N. Benelli, M. Daniele, P Favi, N. Filannino, A. Gallingani, F. Gori, L. Papasogli, F. Rosselli ed il critico Ugo Barlozzetti. Aderisce al manifesto "Nascita di una Morfologia Costruttiva" presentato in occasione della mostra del Gruppo a Basilea "Art 3'72" e successivamente a Palazzo Strozzi in Firenze (1973), la sua ricerca si orienta quindi nel campo geometrico-costruttivista, esperienza che lo vede impegnato sino ad oggi, pur con rinnovate tensioni geometrico-espressioniste.

Partecipa a tutte le numerose proposte dal gruppo "Il Moro". Attualmente č responsabile de "Il Moro", Archivio Arti Visive, facendo parte del comitato redazionale del bollettino "Firenze - Arti Visive, documenti ed esperienze dal dopoguerra ad oggi".

 

 
 

Artista precedente

Home

Artista successivo